Studio Fisioterapico Innocenti Tiziano

ATTIVITÀ FISICA: un potente alleato contro il dolore cronico. Come, quanto e perchè.

ATTIVITÀ FISICA: un potente alleato contro il dolore cronico. Come, quanto e perchè.

ATTIVITÀ FISICA: un potente alleato contro il dolore cronico. Come, quanto e perchè.

exercise_brain

Il dolore cronico è una problematica molto rilevante per la sanità pubblica, che affligge persone di tutte le età(1); studi recenti suggeriscono che il dolore cronico affligge circa 1,5 miliardi di persone nel mondo, e che queste stime siano in costante aumento(2, 3). Rappresenta inoltre un altissimo costo per la società: nel 2010 si stima che negli Stati Uniti i costi correlati al dolore cronico ammontavano circa a 600 miliardi di dollari, tra spese sanitarie, perdita di guadagni, disabilità e perdita di produttività(3).

Per capire meglio l’impatto che questa problematica ha nella vita di tutti i giorni, basti pensare che circa il 60-90% della popolazione prova mal di schiena almeno una volta nel corso della propria vita, e che di queste circa il 20% sviluppa dolore cronico(4, 5).

L’inattività fisica è un potente fattore contribuente a molte problematiche croniche: basti pensare che l’Organizazzione Mondiale della Sanità ha definito l’inattività fisica come uno tra i fattori di rischio principali al mondo per le malattie non trasmissibili e morte(6, 7).

 

L’attività fisica come il più potente dei farmaci

Rimanere attivi è rivelato essere un potente alleato nella gestione del dolore cronico; in particolare l’attività fisica ha un’influenza positiva sul sonno, le funzioni cerebrali, e sullo stato generale di benessere(8, 9, 10, 11, 12)  ed allo stesso tempo riduce il rischio di sviluppare patologie correlate quali ipertensione, problemi cardiovascolari, diabete di tipo 2, osteoporosi e obesità(6, 13).

“Ma io ho l’artrosi, fare esercizio non aggrava la mia condizione?” No! Le linee guida americane hanno dimostrato che fare attività fisica moderata per più di 150 minuti per settimana non è associato in alcun modo ad un peggioramento dei sintomi in pazienti con artrosi di ginocchio(14).

 

Ma quale tipo di attività fisica?

Gli esercizi aerobici sono risultati essere i più efficaci nella gestione del dolore cronico, siano essi di terra (corsa e bicicletta) o di acqua (nuoto)(13, 15).
Alcuni studi hanno inoltre cercato di definire l’intensità alla quale si ottengono i benefici maggiori: è stato visto che un’intensità da bassa a moderata (circa il 50% della frequenza cardiaca massima) migliora i sintomi causati dal dolore cronico, mentre frequenze maggiori (70-80%) tendono ad essere più efficaci sulla forma fisica e la funzione cardiaca rispetto al dolore(7, 16, 17).

Altre tipologie di attività, quali lo stretching e il rinforzo muscolare, hanno dimostrato essere invece più efficaci per il miglioramento degli aspetti emotivi legati al dolore cronico (depressione, ansia) piuttosto che nella diminuzione del dolore in sè(18, 19). Molti studi inoltre hanno dimostrato che approcci di tipo globale (come TaiChi e Yoga) diminuiscono il dolore e migliorano l’equilibrio, la mobilità, la flessibilità articolare, l’ansia e la depressione in pazienti con dolore cronico(10, 20).

 

Che siano globali, di forza, resistenza, o aerobici, introdurre esercizi in modo regolare nella propria quotidianità permette di prevenire molte malattie e di gestire patologie croniche che risultano essere spesso poco responsive anche ai farmaci.

 

 

 

Tratto ed adattato da:
Ambrose K.R., Golightly Y.M. Physical exercise as non-pharmacological treatment of chronic pain: Why and when. Best pract Res Clin Rheum 2015;29:120-130.


 

Bibliografia:

  1. Anderson KO, Green CR, Payne R. Racial and ethnic disparities in pain: causes and consequences of unequal care. J Pain 2009;10:1187e204
  2. Pain Management. A global strategic business report. 2011. January 10, 2011 [Report No.]
  3. Institute of Medicine (U.S.). Committee on Advancing Pain Research Care and Education. Relieving pain in America : a blueprint for transforming prevention, care, education, and researchvol. xvii. Washington, D.C.: National Academies Press; 2011. p. 364
  4. Von Korff M, Saunders K. The course of back pain in primary care. Spine 1996;21:2883–7. 
  5. Hildebrandt J, Ursin H, Mannion AF, Airaksinen O, Brox JI, Cedraschi C, et al. European guidelines for the management of chronic non specific low back pain. 2004. http://www. backpaineurope.org/web/files/WG2_Guidelines.pdf, accessed 11 December 2011. 
  6. World Health Organization. Chronic diseases. Report of WHO expert consultation. 2/19/2015. Available from: http:// www.who.int/topics/noncommunicable_diseases/en/
  7. Centers for Disease Control and Prevention. Division of nutrition, physical activity, and obesity. 02/19/2015. Available from: http://www.cdc.gov/nccdphp/dnpao/index.html
  8. Busch AJ, Webber SC, Richards RS, et al. Resistance exercise training for fibromyalgia. Cochrane Database Syst Rev 2013;
    12:Cd010884
  9. Hagen KB, Dagfinrud H, Moe RH, et al. Exercise therapy for bone and muscle health: an overview of systematic reviews.
    BMC Med 2012;10:167
  10. Jones KD, Sherman CA, Mist SD, et al. A randomized controlled trial of 8-form Tai chi improves symptoms and functional mobility in fibromyalgia patients. Clin Rheumatol 2012;31:1205e14.
  11. KelleyGA, KelleyKS, HootmanJM, et al. Effectsofcommunity deliverable exercise on pain and physical function in adults with arthritis and other rheumatic diseases: a meta-analysis. Arthritis Care Res (Hoboken) 2011:6379e93
  12. Kaleth AS, Saha CK, Jensen MP, et al. Effect of moderate to vigorous physical activity on long-term clinical outcomes and
    pain severity in fibromyalgia. Arthritis Care Res (Hoboken) 2013;65:1211e8
  13. Durstine JL, Gordon B, Wang Z, et al. Chronic disease and the link to physical activity. J Sport Health Sci 2013;2(1):3e11.
  14. Physical activity guidelines for americans: be active, healthy, and happy!U.S. Department of Health and Human Services; 2008. http://www.health.gov/paguidelines
  15. Busch AJ, Webber SC, Brachaniec M, et al. Exercise therapy for fibromyalgia. Curr Pain Headache Rep 2011;15:358e67
  16. Jones KD, Adams D, Winters-Stone K, et al. A comprehensive review of 46 exercise treatment studies in fibromyalgia (1988-2005). Health Qual Life Outcomes 2006;4:67
  17. Nelson ME, Rejeski WJ, Blair SN, et al. Physical activity and public health in older adults: recommendation from the American College of Sports Medicine and the American Heart Association. Med Sci Sports Exerc 2007;39:1435e45.
  18. Sanudo B, Carrasco L , deHoyo M, et al. Effects of exercise training and detraining in patients with fibromyalgia syndrome: a 3-yr longitudinal study. Am J Phys Med Rehabil 2012;91:561e9
  19. Wang C. Role of Tai Chi in the treatment of rheumatologic diseases. Curr Rheumatol Rep 2012;14:598e603
  20. Carson JW, Carson KM, Jones KD, et al. A pilot randomized controlled trial of the yoga of awareness program in the management of fibromyalgia. Pain 2010;151:530e9.